Categories

Le informazioni importanti da verificare prima di acquistare una casa

comprare casa

 

 

La prima cosa da fare prima di cercare un immobiliare per l’acquisto di una casa è il calcolo della propria “capacità mutuo-acquisto”, cioè l’importo massimo che una banca è disposta a prestarci, il motivo permette di comprendere la fascia limite di prezzo dell’immobile che possiamo permetterci.

Come calcolare il potere mutuo-acquisto?

Dobbiamo partire dal reddito netto familiare a cui in seguito si sottrarrà l’importo di altri finanziamenti in corso e dividere poi il numero ottenuto per 3. Il risultato che si ottiene è l’importo massimo della rata che possiamo permetterci di pagare in base alla forza del nostro reddito.

Ma a cambiare la capacità di mutuo incide anche la durata e il tasso del mutuo, due elementi che sono imprescindibili nella formula del mutuo.

Più il mutuo è di lunga durata, maggiore è la quota interessi che si pagherà alla banca, ma la rata sarà minore.

Ecco qualche esempio:

se vogliamo chiedere un mutuo di 300.000 euro, il calcolatore ci indica che al tasso migliore oggi ( variabile 1,5%) con un mutuo di 20 anni andremo a pagare una rata di oltre 1.400 euro.

Nel caso in cui la nostra capacità di mutuo fosse inferiore dovremmo aumentare la durata a 25 anni, infatti, la rata scenderebbe, e di conseguenza, le probabilità di ottenere il mutuo sarabbero maggiori.

Se invece si sceglie il tasso fisso ( che resta immutato nel tempo) cambia la prospettiva.

Il tasso fisso è più caro del variabile e di conseguenza, si dovrà optare con una durata del mutuo prolungata.

Un esempio: il tasso fisso nei primi mesi del 2016 si aggira verso il 2,8%.

Se la nostra capacità di mutuo è di 1.200, non è possibile chiedere un mutuo di 300.000 euro a 25 anni perché la rata risulta di 1.400 euro, dunque si dovrebbe alzare la durata a 30 anni.

Con il tasso fisso la rata è più alta ma i costì sononstabili a lungo termine.

Un aspetto da considerare se state pensando di chiedere un mutuo per acquistare la prima casa è che le banche concedono mutui per importo non superiore all’80% del valore dell’immobile.

Un consiglio per voi: è importante nel momento in cui farete una proposta d’acquisto versando una caparra per bloccare la casa, nell’attesa che il venditore accetti o no la proposta che avete fatto, consigliamo di inserire una preziosa clausola nella proposta d’acquisto: “Salvo buon fine mutuo”. Così potrete recuperare la caparra nel caso la banca non conceda il mutuo.

Fonte: https://altachiaraitalia.wordpress.com/2016/04/15/cose-da-sapere-sui-mutui-per-lacquisto-della-prima-casa/



...............................................................................................................................

Il Video Corso, più visto del web e totalmente GRATUITO per raggiungere l'indipendenza finanziaria e generare rendite automatiche. Guarda la presentazione ed accedi al corso completo e gratuito



..............................................................................................................................