Categories

Iscritti nel registro dei protestati: ecco come effettuare la cancellazione.

www.mutui-prestiti-assicurazioni.com

Che cosa accade nel momento in cui ritardiamo il pagamento di una cambiale oppure emettiamo un assegno scoperto?

La risposta è alquanto ovvia… diventiamo “protestati” con immediata annotazione dei debitori nel “Registro informatico dei protesti”.

Il problema potrebbe diventare rilevante nel momento in cui vorremmo ottenere un mutuo.

Quest’operazione risulterebbe impossibile proprio perché tutti coloro che compaiono negli elenchi vengono automaticamente esclusi come potenziali titolari di mutuo. In realtà dal 2000 è però possibile ottenere la cancellazione da tali elenchi e poter effettuare richieste relative a mutui e prestiti.

Ma come si può cancellare la propria iscrizione dai famigerati elenchi?

Facile. È sufficiente regolarizzare il pagamento entro un anno dalla levata del protesto e poi inoltre la richiesta di cancellazione presso l’Ufficio Protesti della Camera di Commercio di competenze della vostra zona.

La richiesta viene controllata nell’arco di una ventina di giorni in seguito ai quali poi avviene la cancellazione dal registro.

Nel caso in cui il pagamento protestato venga regolarizzato, ma solo dopo un anno, il debitore dovrà ottenere la cosiddetta riabilitazione.

Ovviamente nel caso in cui nel frattempo non si siano accumulati altri protesti. 
In tal caso l’istanza dovrà essere inoltrata al Presidente del Tribunale cui sarà riservata la definitiva decisione.



...............................................................................................................................

Il Video Corso, più visto del web e totalmente GRATUITO per raggiungere l'indipendenza finanziaria e generare rendite automatiche. Guarda la presentazione ed accedi al corso completo e gratuito



..............................................................................................................................

Comments ( 1 )